Giovedì, 15 Dicembre 2016 15:07

Quando Formazione Professionale e volontariato si incontrano

 

Commozione, emozioni e tanta soddisfazione: ecco i principali ingredienti che ha regalato l’esperienza fatta dagli allievi di Apro Formazione – Settore Beauty & Wellness in collaborazione con il Consorzio Socio Assistenziale Alba-Langhe-Roero e le Case di Riposo “Cottolengo” e “Ottolenghi” di Alba.

Nelle giornate di lunedì 5 e martedì 6 dicembre, le ragazze e i ragazzi del corso 2^ acconciatura, accompagnati e supervisionati dai loro docenti di tecnica professionale, si sono recati presso il Centro Diurno gestito dal Consorzio e presso le Case di Riposo “Cottolengo” e “Ottolenghi” di Alba, per offrire un servizio di taglio, piega e manicure agli ospiti di queste strutture.

L’interessante iniziativa è una delle attività organizzate in tutta Europa per la prima edizione della Settimana Europea della Formazione Professionale, evento promosso dalla Commissione Europea volto a promuovere l’istruzione e la formazione professionale attraverso un insieme di iniziative sul tema, in tutta Europa.

Il momento ha assunto connotati molto particolari. L’incontro intergenerazionale fra studenti e anziani, da un punto di vista didattico-professionale, è risultato un esperimento riuscito perché ha permesso ai giovani allievi di poter vivere una prima esperienza, realistica, simile a quella di un salone d’acconciatura. La possibilità di poter lavorare su persone, e non soltanto su manichini, ha aiutato la classe a mettersi in gioco, testando le proprie capacità e la prontezza di recepire le richieste della clientela applicando le conoscenze tecniche apprese a scuola. 

L’incontro tra le due generazioni è servito anche per sviluppare la capacità di socializzazione e a favorire il dialogo e la solidarietà tra tutte le differenti età, in uno spirito di tolleranza e comprensione reciproca. Rendere visita e servizio agli anziani è risultato arricchente anche da un punto di vista umano perché ha permesso ai futuri parrucchieri del nostro territorio di conoscere le storie, i frammenti di vita, le emozioni e i desideri di persone che hanno vissuto la loro giovinezza nel secolo scorso. I ragazzi hanno testimoniato di aver appreso, con interesse, storie di donne e uomini coraggiosi, determinati, capaci di affrontare le difficoltà della vita con forza e risolutezza. Le conversazioni, le confidenze, la gratitudine e i sorrisi degli anziani hanno arricchito il bagaglio umano delle giovani in modo molto significativo. Le attività lavorative si sono concluse con una merenda a base di panettone, biscotti e le giornate sono terminate con una bella foto ricordo.

Ringraziamo pertanto quanti, con la loro disponibilità ed accoglienza, hanno reso possibile questa esperienza: la dott.ssa Giovanna Marrone referente per l’area anziani e del Centro Diurno del Consorzio Socio Assistenziale Alba-Langhe-Roero, la dott.ssa Laura Costa e Suor Nadia per la Piccola Casa della Divina Provvidenza “Cottolengo” e la dott.ssa Cinzia Ramello per la residenza “Ottolenghi”.

 

 

 

Letto 191 volte